Archivi tag: Lazio

Habemus: un rosso sontuoso nella Tuscia “rodaniana”

Giovedì 23 Novembre • ore 19:00 Ristorante Bell • Via Chiana, 80/86

Un monumento di ampiezza, profondità e complessità, che ha impressionato enoappassionati e critica, fin dalla sua prima uscita. Habemus, frutto della trasformazione di varietà che popolano gli assolati declivi della Cotes du Rhône: Grenache, Syrah e Carignano, allevate sui suoli di Blera da San Giovenale, azienda del geniale Emanuele Pangrazi, che avvalendosi: della preziosa consulenza di Marco Casolanetti, d’una meravigliosa cantina a bassissimo impatto ambientale, e di impianti dalla fittezza estrema, ha dato vita ad un vero capolavoro enologico.

Degusteremo, in compagnia del produttore, più annate di Habemus “Classico”, il sontuoso Habemus Cabernet Franc e un regale Tempranillo.
Millesimi e vini secondo disponibilità di cantina.

Costo degustazione: 25 Euro | 22 Euro per i soci Atheneum – Ateneo dei Sapori.

Prenotazioni e informazioni: 06.4880601 • 346.3727947 •  info@ateneodeisapori.it 

Tutti coloro che parteciperanno alle degustazioni potranno, a fine incontro, accomodarsi ai tavoli di Bell e ordinare alla carta, approfittando di uno sconto del 15% sul prezzo delle pietanze, e di 2 calici di vino offerti dal ristorante, oppure consumare, al prezzo concordato di euro 20, un menu pizza composto da: fritti, una pizza e un dolce, accompagnati da acqua e da due calici di vino, sempre offerti dalla casa.

Annunci

A zonzo per la golosa Tuscia – Atto II

Sabato 28 ottobre

Suggestivo contenitore di bellezze architettoniche e naturalistiche, la Tuscia, ricca di testimonianze etrusche, romane e medioevali, e impreziosita da gioielli come il Parco dei Mostri di Bomarzo, è inoltre meta di “pellegrinaggi” da parte dei golosi di Enotria, allettati dalle sue prelibatezze.
Non resta che visitarla e degustare vini e pietanze prelibate.
Continua a leggere A zonzo per la golosa Tuscia – Atto II

Sorsi e morsi d’autore

Martedì 17 Ottobre • ore 20,30 • “Secondo Tradizione” • Via Rialto, 39

La Tradizione, icona della cultura gastronomica, ha ampliato i propri orizzonti organolettici con l’apertura di un bistrot che sublima la tradizione romanesca, grazie alle preparazioni dello chef Piero Drago e alla collaborazione con “Il Pagliaccio”, ristorante “bistellato” regno dello chef Anthony Genovese.
Preparatevi dunque a consumare una magnifica esperienza sensoriale, allietata dalle gemme enologiche di due entusiasmanti realtà dell‘enologia regionale: Vigne del Patrimonio e Muscari Tomajoli, cantine che, nonostante i recenti natali, hanno dato vita a spumanti e vini espressivi e ricchi di personalità.

Continua a leggere Sorsi e morsi d’autore

Sotto l’Arco del Gusto

Giovedì 20 Aprile • ore 20:30 • Ristorante Antico Arco • Piazzale Aurelio, 7

Cena all’Antico Arco, in compagnia dei vini di Gualdo del Re

L’Antico Arco, tappa irrinunciabile per tutti i gourmet della Capitale, è un ristorante che nobilita, assieme all’arte della cucina, il concetto stesso di convivialità. Sale calde e confortevoli, un’enciclopedica e curata carta dei vini, un servizio inappuntabile e preparazioni squisite, nonchè straordinariamente equilibrate, prodotte con materie prime ineccepibili, nel rispetto della stagionalità, sono soltanto alcuni degli elementi che hanno permesso a questo storico locale di Monteverde, di diventare uno dei principali protagonisti della scena gastronomica cittadina.
Accosteremo le pietanze del ristorante ai magnifici vini dell’azienda Gualdo del Re, prestigiosa realtà vitivinicola della Val di Cornia.

MENU
Piccolo benvenuto “Antico Arco”
Shiny (rosato da uve Aleatico)

Filetto di triglia pastellata, piselli e timo

Valentina (Vermentino in purezza)

Spaghetti Verrigni, cacio, pepe e fiori di zucca

Val di Cornia Suvereto (Sangiovese)

Maialino da latte croccante e morbido con tatin salata
I’Rennero (Merlot)

Alchimia (mousse di yogurt, biscotto di corn flakes, pistacchi e cioccolato al caramello, sorbetto al lampone e germogli di piselli)
Moscato

Costo cena: 70 Euro | 65 Euro per i soci Atheneum – Ateneo dei Sapori.
Prenotazioni e informazioni: 06.4880601 • 346.3727947 •  info@ateneodeisapori.it 

A zonzo per la golosa Tuscia

Sabato 18 marzo

La Tuscia, nome latino dell’Etruria, abbracciava un’area decisamente vasta, che spaziava dall’alto Lazio, alla Toscana, fino all’Umbria. Punteggiata da importanti testimonianze del periodo: etrusco, romano e medioevale, e impreziosita da città dall’incorrotto impianto urbanistico, la Tuscia è un’inesauribile scrigno di prelibatezze gastronomiche, dalla lenticchia di Onano ai fagioli del Purgatorio e, ormai da diversi anni, di vini dalla sempre più armoniosa silhouette organolettica.

La perlustreremo in parte, discendendo verdi declivi attraversati dalle ordinate geometrie dei filari, visitando cantine e frantoi, assaporando vini, oli e gemme dell’artigianato caseario, prima di concludere la giornata, in modo ghiotto e conviviale, inebriando il nostro universo sensoriale con vini meravigliosi e pietanze sublimi.

 

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

  • ore 10.00: appuntamento a Blera, al Frantoio Colli Etruschi, (via degli ulivi 2) dove degusteremo l’olio extravergine Evo, principesca espressione della cultivar Caninese.
  • ore 11.00: spostamento presso l’azienda San Giovenale, visita delle vigne, contrassegnate da un’elevatissima fittezza d’impianto, e degustazione dell’Habemus, rosso sontuoso e profondo, prodotto con uve Carignan Grenache e Syrah.
  • ore 12.45: Trasferimento nelle vicinanze di Ischia di Castro, nella cantina di Vigne del Patrimonio, realtà emergente del territorio. Degustazione dei vini aziendali, accompagnati dalle eccellenze dell’artigianato caseario del caseificio Radichino dei fratelli Pira, e da altre prelibatezze.
  • nel pomeriggio: Visita dell’Eremo di Poggio Conte e/o del Museo di Ischia di Castro.
  • ore 20.30: trasferimento a Farnese, cena presso il ristorante La Piazzetta del Sole (Via XX settembre 129), fucina di pietanze che rivisitano, con misurata creatività, i piatti della cultura gastronomica tradizionale.

MENU
Millefoglie salata con carciofi e baccalà mantecato Crema di ricotta e caprino alle erbette
con battuto di pomodorini secchi
Patè di fegatini con verza marinata e pane tostato
Paccheri con pomodorini, capperi, acciughe e mollica croccante Bujoncino d’agnello
Misticanza e fagioli del Purgatorio
Millefoglie con chantilly e fragole
Accompagneranno i piatti i grandi vini di Sergio Mottura

Costo: 60 Euro | 55 Euro per i soci Atheneum – Ateneo dei Sapori.

Prenotazioni e informazioni: 06.4880601 • 346.3727947 •  info@ateneodeisapori.it 

 

Natale di Roma … “Secondo Tradizione”

Giovedì 21 Aprile • ore 20,30 • “Secondo Tradizione” • Via Rialto, 39

Un Natale da gourmet chiaramente, purché sia… secondo la “Tradizione”.

Il Natale di cui parliamo è evidentemente quello di Roma, festività laica legata alla nascita della città eterna, secondo la leggenda, fondata da Romolo.
Noi di Athenaeum, con la golosa complicità degli amici de “La Tradizione”, abbiamo pensato di celebrarlo organizzando un’iniziativa che abbia, tra i suoi principali protagonisti: vini regionali d’eccellenza, pietanze della tradizione romanesca, chiacchiere e … generose porzioni di convivialità.

Continua a leggere Natale di Roma … “Secondo Tradizione”

Fiorano: quando il mito è nel calice

Martedì 5 Aprile • ore 19,00 • Grand Hotel St. Regis • Via V. E. Orlando, 3

Vino leggendario, nato dalla passione per la cultura enologica, e dalle intuizioni geniali del principe Alberico Boncompagni Ludovisi, il Fiorano, come tutti i protagonisti di una bella fiaba, ha vissuto momenti difficili, correndo il rischio di esser confinato nel limbo, immateriale e, ahinoi, scarsamente bevibile, del mito fino a quando un bel giorno…

Continua a leggere Fiorano: quando il mito è nel calice